Ragazzi, io sono convinto che bisogna crederci, bisogna correre il rischio di essere illusi, bisogna correre il rischio di passare per ingenui, ma bisogna crederci... E allora io continuo a credere a quella storia del mio amico che mi ha detto che in casa sua, di fronte al suo cane, gli è successa una magia così splendida, che per una cosa così è valsa la pena vivere...
-Luciano Ligabue-

mercoledì 1 dicembre 2010

occupazioni & occupazioni

ricordo due anni fa...
ricordo 30 persone che dicevano di essere almeno 50 mentre occupavano una scuola di circa 1200 studenti...
ricordo 20 persone che dicevano di essere quasi 30 manifestare contro i 30 di prima che occupavano...
quale fosse la fazione che avevamo scelto non era importante, perchè ci credevamo.
abbiamo litigato tantissimo per una settimana sola di politica.
abbiamo sofferto come mai prima per una settimana di politica veramente sentita e vissuta.
abbiamo collaborato.
abbiamo fatto delle ronde notturne attorno alla scuola in bicicletta, anche in piena notte.
abbiamo cambiato opinione.
abbiamo trovato nuovi amici, nuovi compagni di lotta.
ci siamo odiati.
e poi ci siamo riappacificati.
eravamo pochi, ma ci credevamo.
nel bene e nel male.
da una parte come dall'altra.
certo, in mezzo c'erano gli ignavi; ma quelli ci sono sempre.

oggi, una nuova riforma.
la partecipazione "fisica" è maggiore.
quella morale no.
è anzi molto minore.
i figli della facebook generation si scambiano informazioni molto più velocemente di quanto poteva esserlo già due anni fa.
sanno tutto subito.
e però non sanno nulla.
di vero non sanno nulla.
combattono e non sanno davvero perchè.

alcuni di noi si sono fatti manovrare.
sono stati, al tempo, marionette in mani ignote, in un teatro troppo grande.
loro no.
o, almeno, loro meno.
ma sanno anche meno.
sono più stupidi, e basta.
sì, forse sono più stupidi di noi.
decisamente, sono più stupidi.
... o solo decisamente ingenui...

Nessun commento: