Ragazzi, io sono convinto che bisogna crederci, bisogna correre il rischio di essere illusi, bisogna correre il rischio di passare per ingenui, ma bisogna crederci... E allora io continuo a credere a quella storia del mio amico che mi ha detto che in casa sua, di fronte al suo cane, gli è successa una magia così splendida, che per una cosa così è valsa la pena vivere...
-Luciano Ligabue-

martedì 26 aprile 2011

Anniversario



Oggi, per me, è un anniversario.
Un anniversario molto importante.
Era il 26 aprile 2010: ricevevo un dono, si spalancava una porta.
Mentre se ne stava chiudendo un'altra.

Ma io non me ne rendevo conto, perchè tante certezze stavano crollando:
perchè la mia concezione della vita stava cambiando.
Tante cose stavano cambiando... senza che potessi capirlo.
Non dirò "senza che potessi farci nulla",
perchè il problema di fondo non era quello.

Naturalmente io sono arrivato in ritardo, come al solito.
E, come al solito, ho stra-parlato, senza aver detto però nulla di concreto.
Ho rovinato tutto.

Quando ho realizzato tutto, nell'insieme, ormai era andata.
Ma la speranza è l'ultima a morire...
Ed è così che nascono le promesse.




Ma questa non è una promessa che si può spezzare.
Non ne vale il prezzo.

La rinuncia a un dono.
Nel disperato tentativo di poter recuperare ciò che si è scioccamente perduto.

Ed eccola, la promessa.
... ed ecco un film (l'unico) che è riuscito a farmi piangere.





Nessun commento: