Ragazzi, io sono convinto che bisogna crederci, bisogna correre il rischio di essere illusi, bisogna correre il rischio di passare per ingenui, ma bisogna crederci... E allora io continuo a credere a quella storia del mio amico che mi ha detto che in casa sua, di fronte al suo cane, gli è successa una magia così splendida, che per una cosa così è valsa la pena vivere...
-Luciano Ligabue-

domenica 21 aprile 2013

Monografie dallo schermo #3 - Jack Sparrow


Le mie mani sono piene di tatuaggi, porto una barba che da qui a breve farà tendenza e ho gli occhi profondi e smaliziati di chi ha visto abbastanza da capire che ogni patto ha la sua scappatoia e che, perciò, ogni legge, per quanto sacra essa sia, può essere elusa. 
Sono il Capitano della Perla Nera, la nave più veloce dell'oceano caraibico: tengo a essa decisamente più che a una donna. 

Il mio modo di essere pirata è alla vecchia maniera: sono spaventosamente attaccato al Codice; ma, anche qui, dovete saper leggere sulle mie melliflue labbra la parola "attaccamento" più che altro come "traccia da seguire" e non come rigida e tacita osservanza di un precetto.
Certo, il mondo sta diventando lentamente un posto troppo piccolo; ma dalla mia ho il vantaggio di non essere veramente ancorato a nulla che non sia me stesso. E non ho paura del domani, perchè ho con me una bussola dei desideri che mi farà veleggiare ancora e ancora oltre i confini del mondo e oltre i confini del mare.

Jack Sparrow; Pirates of the Carribean (2003 - 2011)

Nessun commento: