Ragazzi, io sono convinto che bisogna crederci, bisogna correre il rischio di essere illusi, bisogna correre il rischio di passare per ingenui, ma bisogna crederci... E allora io continuo a credere a quella storia del mio amico che mi ha detto che in casa sua, di fronte al suo cane, gli è successa una magia così splendida, che per una cosa così è valsa la pena vivere...
-Luciano Ligabue-

lunedì 22 luglio 2013

poesie sparse... 33


e Marilina è un' alba
in un inverno triste
è breve ed è il momento
del sole quando sorge
una chiusa parentesi insicura
tra un giorno che non scalda e un'altra notte.
... ma io in quel tenue lasso di illusione
quasi mi ero convinto che una stella
potesse ammainarsi giù dal cielo
e lesta finir lieve in una mano
per essere donata a una persona.



43 giorni dopo l'ultima poesia.
E, come ho già detto in passato parlando della Pagliaccina, se passo tanto tempo senza scrivere poesia significa che non vedo più poesia... con tutto ciò che questa affermazione comporta.
Tuttavia, 43 giorni dopo qualcosa è uscito: è già qualcosa.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.nobelprize.org/nobel_prizes/literature/laureates/1975/montale-lecture-i.html te lo devi leggere tutto! vomitosupremo

PiX ha detto...


Grazie per avermelo indicato!